Team Cooking

Team Cooking 

treottobreduemilaquindici

 

Trentuno persone, un gruppo grande, cinque squadre di CUOCHI dilettanti che lavorano insieme con l’obiettivo di servire a tavola, al meglio, i piatti preparati in cucina.

 

Pochi di loro si erano in passato cimentati con i fornelli, abbiamo visto volti spaventati all’idea di dover poi mangiare davvero il risultato del loro lavoro…
Tuttavia ecco che, con il passare delle ore, ognuno ha dato il proprio apporto, condito da risate, energia, voglia di fare e tanta collaborazione.
Ottimo risultato dunque, il frutto di un lavoro ben svolto, obiettivi chiari, coesione tra le persone, disponibilità, aiuto e determinazione al successo.

La modalità formativa del TEAM COOKING mette in risalto proprio queste caratteristiche, la cucina ha molte analogie con il luogo di lavoro, è necessario organizzarsi, coordinarsi, fare, essere rapidi e …evitare di commettere errori.
Si esaltano le doti di leadership, la collaborazione, la creatività e soprattutto la COMUNICAZIONE, senza la quale diventa difficile portare a termine qualsiasi obiettivo di gruppo.

Grande giornata!
Tanto divertimento e tanta ARMONIA.
Portiamola in azienda ora!!!

Arrivederci all’anno prossimo ragazzi!!!

Cristina Condello

 

 

RISULTATO QUESTIONARIO DEI PARTECIPANTI

 

  1. Quali sono le emozioni che hai “provato” durante la giornata?
    • Divertimento, eccitazione, coinvolgimento emotivo, partecipazione, positività.
    • Stupore… terrore… ok, ce la possiamo fare… ce l’abbiamo fatta!
    • Adrenalina.
    • Gioia allo stato “puro”.
    • Complicità.
    • Serenità.
    • Solidarietà.
  1. Quali insegnamenti pensi di trasferire nella vita lavorativa?
    • Coraggio nell’affrontare sfide; dialogo con le diverse anime della squadra.
    • Lavorando in gruppo con persone diverse ci si mette in gioco in maniera diversa e ci si rivaluta.
    • Ascoltare gli altri, essere in empatia con il prossimo.
    • Che bel gruppo! Non credevo prima di oggi
  1. Cosa porti dell’esperienza di oggi nel lavoro quotidiano?
    • Feeling con i compagni di viaggio, voglia di fare.
    • Serenità nel lavorare insieme, sorrisi.
    • Si può, con un po’ di buona volontà, raggiungere qualsiasi obiettivo.
    • Rapportarsi con gli altri in maniera collaborativa.
    • Più team building fuori dall’ambiente lavorativo portano benefici a tutto il team aziendale; si scioglie la tensione quotidiana e si passa dal “professionista” alla “ persona”. Quello che porterò a casa è proprio questo, d’ora in poi avrò davanti donne e uomini oltre che professionisti.
    • Maggior autostima.
    • L’umiltà di apprendere dagli altri quello che non si conosce e la voglia di collaborare di più con persone con cui non si è abituati a cooperare.
    • Senso di appartenenza.
  1. Note, suggerimenti…
    • Continuare su questa strada, valorizzando le persone in situazioni diverse per abituarle a una vita in continua evoluzione.
    • Lo rifarei!

 

Le foto del corso

 

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione su questo sito accetti l'utilizzo dei cookies. Per ulteriori informazioni sui cookies e su come li utilizziamo, leggi la nostra privacy policy.

  Accetto i cookies da questo sito.